La PCOS sindrome dell’ovaio policistico, 1 donna su 10 ne soffre, per cui patologia molto comune anche tra le Star

La PCOS sindrome dell’ovaio policistico, 1 donna su 10 ne soffre, per cui patologia molto comune anche tra le Star

08-09-2020

Abbiamo tradotto per voi questo articolo, trovate il link all’articolo originale alla fine

6 celebrità si aprono sulla realtà della convivenza con PCOS, dall'infertilità ai problemi di pelle

La sindrome dell'ovaio policistico, o PCOS, è una condizione di salute relativamente comune. In effetti, il disturbo endocrino colpisce una donna su 10. Detto questo, molti non si rendono conto di avere la PCOS fino a quando non sono pronti ad avere figli, e questo perché la condizione non si presenta sempre con sintomi, e se lo fa non sempre portano a una diagnosi immediata.

"La maggior parte delle donne consulta diversi medici prima di ottenere la diagnosi corretta e anche in quel caso, la maggior parte si sente molto insoddisfatta delle informazioni ricevute."

Il più grande indicatore di PCOS è l'infertilità, ma la PCOS colpisce tutti in modo diverso perché non è una condizione "unica per tutti". Nel corso degli anni, molte celebrità hanno utilizzato (o stanno utilizzando) i loro social per far luce sulla realtà della convivenza con questa condizione. Ecco cosa hanno da dire sei celebrità sulla convivenza con la PCOS.

Celebrità con PCOS

Victoria Beckham

Mentre la sindrome dell'ovaio policistico ha colpito Victoria Beckham, 46 anni, in numerosi modi, l'ex Spice Girl ha rivelato che prima di avere i suoi figli Brooklyn (21), Romeo (17), Cruz (15) e Harper (9) la "pressione" (e l'incapacità) di concepire era particolarmente difficile per lei e suo marito, David Beckham.

“[Stavo] davvero sentendo la ... pressione. Ogni volta che esco qualcuno mi dice: "Sei incinta" ... e all'inizio ho cercato di schivare queste domande con una risposta vaga e un sorriso, ma ora ho fatto ricorso a un'onestà palese e brutale ", secondo quanto ha riferito Beckham alla rivista Now. “Mantengo quel grande sorriso e dico qualcosa del tipo, 'In realtà, sto lottando con l'infertilità a causa della mia PCOS, quindi io e mio marito abbiamo subito diversi trattamenti di fertilità. Nessun bambino ancora, ma succederà presto! '

Lea Michele

La star di Glee Lea Michele è stata molto aperta riguardo ai suoi problemi con la PCOS. Nel 2019, ha detto a Health.com che i sintomi e gli effetti collaterali, come l'aumento di peso e l’invecchiamento della pelle, "possono essere brutali".

"Sono andata da un grande dottore, e nel momento in cui mi ha guardato, mi ha detto, 'Oh, hai la PCOS.' Si spiega tutto", ha detto.

La buona notizia per Michele, 33 anni, attualmente incinta, è che ha trovato un modo per gestire i suoi sintomi: “Attraverso la dieta sono riuscita a cavarmela. Ma sono molto fortunata. Ci sono casi molto più gravi di PCOS con cui le donne hanno molte difficoltà: la mia non è così intensa ".

Jillian Michaels

A Jillian Michaels è stata diagnosticata la PCOS da adolescente e, sebbene i cambiamenti nello stile di vita l'hanno aiutata a gestire i suoi sintomi, ammette che la condizione l'ha colpita in modi che non si aspettava o capiva completamente.

"Mi [è stato detto che] avevo la PCOS ... in giovane età. Non sapevo se volevo dei bambini, quindi non mi importava davvero ", ha detto a Redbook Michaels, 46 anni. “Poi sono cresciuta e ho visto gli amici fare la fecondazione in vitro, con anni di ormoni, devastazione e delusione, e ricordo di aver pensato, Dio vuole qualcosa di diverso per me. Se scelgo di seguire questa strada, adotterò. E quando finalmente sono stata pronta per farlo, ho pensato, sarà così facile. Sono una tale stronza. Non ne avevo idea. Voglio dire, stai solo aspettando ... Se non sarà finito entro questo novembre, farò il mio tentativo con affido. "

Michaels ora ha due figli con la sua ex fidanzata Heidi Rhoades, Lukensia Michaels Rhoades e Phoenix Michaels Rhoades. Lukenisa, 6 anni, viene adottata e Heidi ha dato alla luce Phoenix, 4 anni, nel 2014.

Daisy Ridley

Daisy Ridley potrebbe essere meglio conosciuta per il suo ruolo di Rey in Star Wars, ma nel 2016, l'attrice 28enne ha condiviso un post emotivo su Instagram sul dolore (e sui problemi) che l'endometriosi e la PCOS le hanno causato.

“A 15 anni mi è stata diagnosticata l'endometriosi. Una laparoscopia, molte consultazioni e 8 anni dopo, [il] dolore era tornato ... e la mia pelle era LA PEGGIORE. Ho provato di tutto: prodotti, antibiotici, più prodotti, più antibiotici e tutto ciò che ha fatto è stato lasciare il mio corpo un po' in disordine. Alla fine [ho] scoperto di avere la PCOS ed è per questo che va male".

"SI STANNO FACENDO PROGRESSI!", Ha aggiunto Ridley. "Con l'aiuto di un dermatologo ed eliminando i latticini (tranne i gelati) e riducendo lo zucchero (waah più grande, ma devi fare quello che devi fare). … Il punto è che a chiunque di voi soffra di qualcosa dico: vai da un medico; paga per uno specialista; fai testare i tuoi ormoni, fai test allergologici; tieniti aggiornato su come si sente il tuo corpo e non preoccuparti di sembrare un ipocondriaco. Dalla tua testa alla punta dei piedi abbiamo un solo corpo, assicuriamoci tutti di lavorare in condizioni ottimali e chiediamo aiuto se necessario."

Jamie King

Proprio come Beckham, Jamie King, 41 anni, ha lottato con l'infertilità. Infatti, nel 2019, ha rivelato che la PCOS le ha causato aborti numerose volte.

"Il modo in cui è iniziato è stato che mi è stata diagnosticata l'endometriosi e la PCOS quando avevo 20 anni", ha detto King ai membri della conferenza annuale sulla salute di # BlogHer a Los Angeles, California. “Ho perso il mio primo bambino a quell'età. E ho continuato ad abortire e abortire, e ci sono voluti molti anni per avere il mio primo figlio, e quando stavo attraversando questo, non riesco a spiegare come ci si sente - che questa cosa che ci viene detta come donne è quella il nostro dono è che possiamo portare la vita, e all'improvviso qualcuno dice: 'Oh, forse questo potrebbe essere in discussione.' " King ora ha due figli: James, 6 anni, e Leo, 4.

Jools Oliver

Anche l'autore di libri per bambini (e moglie dello chef Jamie Oliver) Jools Oliver ha ammesso che la PCOS l'ha colpita in molti modi inaspettati. Nel 2009, Marie Claire riferisce che Oliver è stato sottoposto a terapia ormonale per aiutare a concepire il suo primo figlio "Non mi importava di quanto dovevo andare lontano", ha detto Oliver, 45 anni. "Senti storie dell'orrore e pensi che sarà difficile, ma non mi importava. Volevo solo un bambino ... È stato orribile, ma ho pensato: "Continua così". Sono sicuro che ogni coppia che ha subito un trattamento per la fertilità capisce quello che sto dicendo ". La coppia ora ha cinque figli insieme.

Clicca qui se vuoi leggere l'articolo originale in inglese >>



Vuoi fissare un appuntamento o chiedere informazioni?

Indica i tuoi dati, la tua domanda e/o la tua richiesta di appuntamento e ti risponderemo al più presto.

Nome

Cognome

Cellulare

Età dell'uomo

Fecondazione assistita prima esperienza

Accetto il trattamento dei dati personali Privacy Policy

Messaggio



Seguici su