RICHIEDI APPUNTAMENTO
RICHIEDI APPUNTAMENTO
Tra le possibili cause di infertilità : il sistema immunitario
cause infertilità

Studi recenti sull’infertilità e cause immunologiche e ormonali

La dott.ssa Anna Borraccino a Padova, durante il “Fertility Care”, è stata relatrice all’interno del progetto “Fecondità Serena” ed in quella occasione ha avuto il piacere di acquistare il libro della dott.ssa Daniela Dale Abbi cura della tua fertilità, al quale fa riferimento in molti suoi articoli che potete trovare online.

L’infertilità e le sue cause è uno dei temi da lei trattati in uno dei suoi articoli:  l’infertilità come l’incapacità di concepire dopo 12/24 mesi di rapporti sessuali non protetti e mirati, ossia nel periodo dell’ovulazione.

Nel libro la dott.ssa Dale classifica le possibili cause così:

  • Cause Immunologiche, determinate da un’iperattività del sistema immunitario;
  • Cause Ormonali, ossia associate all’equilibrio ormonale e al ciclo mestruale, nella donna, regolato dagli ormoni;
  • Cause Organiche, ossia problematiche legate all’apparato riproduttivo e alla sua anatomia;

Il piano alimentare, quando una coppia è alla ricerca di una gravidanza, ha come obiettivo quello di ridurre l’iperattività del sistema immunitario.

Citazione dal libro
il sistema immunitario ha il compito di essere sempre vigile nel rispondere al possibile “attacco” da parte di un “invasore” , questa risposta può anche avvenire in modo “aggressivo” attaccando gli spermatozoi e/o l’embrione in quanto sono dei veri e propri “estranei” al corpo della donna” in particolare quando ci sono già in atto patologie autoimmunitarie, ossia quando il corpo riconosce come estranei componenti del proprio corpo e non solo verso dei veri e propri “estranei”

Le patologie immunitarie avvengono in seguito ad una risposta alterata, spesso in ambulatorio mi capita di spiegarle ai miei pazienti paragonandole ad una donna isterica durante il ciclo mestruale (purtroppo è un brutto stereotipo ma rende bene), le sue risposte spesso sono esagerate, anche nei confronti di piccoli ed innocui stimoli, allo stesso modo il nostro corpo reagisce esageratamente verso stimoli innocui, detti antigeni, che fanno parte del nostro corpo, come cellule di alcuni organi determinato le corrispondenti patologie autoimmunitarie:

  • Celiachia
  • Tiroidite, come la famosa Tiroidite di Hashimoto
  • Lupus
  • Artrite reumatoide
  • Sindrome o Morbo di Crohn
  • Colite ulcerosa

Anche altre patologie correlate con l’auto-immunità sembrano essere correlate come meccanismo d’azione, il diabete, la psoriasi, un altro possibile colpevole può essere l’anemia, carenze di ferro possono influire sulla fertilità, è bene dunque valutare le analisi del sangue e assumere integratori.

  • Anticorpi anti-spermatozoi maschili, ossia il legame tra gli anticorpi, prodotti dal sistema immunitario dell’uomo, e gli spermatozoi in seguito alla rottura della barriera emato-testicolare, presente a livello dei testicoli, che dovrebbe impedire il contatto tra gli anticorpi e gli spermatozoi. Tra le cause che possono determinare la rottura della barriera emato-testicolare ci sono: il varicocele, biopsia dei testicoli, cancro ai testicoli, trauma accidentale dei testicoli, torsione del testicolo e infezione. Questo legame “indesiderato” interferisce con la motilità degli spermatozoi e anche con l’interazione con gli ovociti, ossia la cellula uovo femminile, nel momento della fecondazione.
  • Anticorpi anti-spermatozoi femminili, come riportato nel libro si pensa che ad ogni rapporto completo, il sistema immunitario della donna, entrando in contatto con gli spermatozoi rilascia un maggior numero di cellule T regolatorie che modulano la risposta immunitaria, riducendo lo stato infiammatorio del corpo e la sua aggressività (ricordate il paragone con la donna in fase mestruale?). Quindi il corpo femminile va “preparato” al concepimento con frequenti rapporti sessuali completi, anche durante la fecondazione assistita, se non ci sono infezioni nei due partner, aumentando le possibilità di successo e riducendo la possibilità di produrre, da parte del corpo della donna, anticorpi anti-spermatozoo. Infatti se tali anticorpi sono presenti nel muco cervicale della donna impediscono il raggiungimento dello spermatozoo a livello della cellula uovo, invece la produzione di cellule T regolatrici è in grado di ridurre la produzione di tali anticorpi e la risposta immunitaria anche nei confronti dell’embrione, che potrebbero ostacolare l’impianto in utero determinando la poliabortività.

Condividi

More
articles

×